Manutentori Termici e Idraulici

Elenco regionale degli operatori economici abilitati agli interventi di installazione e manutenzione degli impianti di produzione di energia elettrica e termica alimentati da fonti rinnovabili

 
In riferimento alla istituzione del REDDITO ENERGETICO REGIONALE, in coerenza con l'art. 3 comma 6 della Legge regionale n. 42/2019  ed in particolare con quanto previsto dall'art. 3 comma 4 del relativo regolamento di attuazione n. 7 del 6.9.2021 (allegato alla presente), la Regione Puglia ha emanato uno specifico avviso pubblico per gli operatori economici qualificati alla installazione, connessione, manutenzione e assicurazione degli impianti di produzione di energia elettrica e termica alimentati da fonti rinnovabili, ivi comprese le pratiche amministrative necessarie.
 

Imprese ammesse a partecipare
Gli operatori economici inseriti nell’elenco saranno abilitati all’installazione degli impianti per i:

  • i clienti finali e titolari di punti di consegna dell’energia elettrica a uso domestico, proprietari o titolari di diritti reali di usufrutto, uso, abitazione o diritto di superficie di unità abitative indipendenti, non in condominio o edifici in condominio situati nel territorio regionale;
     
  • i condomìni, così come definiti dal Decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 10 (allegato alla presente) “Attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica”, situati nel territorio regionale, per le utenze relative ai consumi di energia elettrica per il funzionamento degli impianti a uso condominiale.
     
Presentazione della domanda
La domanda di iscrizione nell'elenco dovrà essere presentata, a pena d’esclusione, a partire dal 31 ottobre 2021 e fino al 29 novembre 2021.
 
Per partecipare occorrono:
  • l'istanza di partecipazione compilata e firmata digitalmente in modalità PADES;
     
  • credenziali SPID Livello 2/CIE/CNS;
     
  • indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC);
     
  • firma digitale.
     
La domanda di iscrizione dovrà essere compilata seguendo la procedura presente sulla piattaforma che sarà resa disponibile a partire dal 31 ottobre 2021 dalla Regione Puglia.
 
Non appena in possesso di ulteriori informazioni da parte della Regione provvederemo a darvene immediata notizia.
 
Confartigianato è a disposizione per ogni possibile chiarimento e assistenza per presentare la domanda di iscrizone nell'elenco. 
 
Per un appuntamento dedicato contattare lo 099.336775
 
 

Dal Consiglio di Stato stop al decreto sugli F-gas: accolte le sollecitazioni di Confartigianato

Respinto al mittente: il decreto sugli F-gas varato dal Governo in via preliminare il 16 marzo scorso non ha superato l’esame del Consiglio di Stato che lo ha ritrasmesso al Ministero dell’Ambiente. Motivo: vanno chiariti e modificatiaspetti di forma e di sostanza legati soprattutto agli adempimenti e ai costi burocratici a carico delle imprese e ne va ricontrollata la conformità con le norme europee per evitare che l’Italia applichi condizioni peggiorative rispetto al resto del Continente.

Leggi tutto: Dal Consiglio di Stato stop al decreto sugli F-gas: accolte le sollecitazioni di Confartigianato

COMUNICAZIONE DEL CIG SUGLI IMPIANTI A GAS

ACCREDIA e il Comitato Italiano Gas – CIG informano che i percorsi di qualificazione/certificazione degli operatori del post-contatore gas, così come definiti nella norma UNI 11554 “Attività professionali non regolamentate – Figure professionali operanti sugli impianti a gas di tipo civile alimentati da reti di distribuzione – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” e associata UNI PdR n.11, sono assolutamente volontari.

Leggi tutto: COMUNICAZIONE DEL CIG SUGLI IMPIANTI A GAS

Termovalvole, c'è la proroga al 30 giugno 2017

È stata prorogata al 30 giugno 2017 l’installazione di contabilizzatori e termovalvole nei condomìni con riscaldamento centralizzato. 
Lo slittamento, compreso nel dl ‘milleproroghe’, si era reso necessario per il fatto che le ultime norme erano uscite a metà agosto e i tempi di adempimento erano di fatto impossibili da rispettare anche per i condomìni più solleciti. Il posticipo di sei mesi riguarda le lettere a) e b) del comma 5, articolo 9, del dlgs 104/2014 e comprende sia l’obbligo di installare un contatore di fornitura in corrispondenza dello scambiatore di calore di collegamento alla rete o del punto di fornitura dell’edificio o del condominio, sia l’installazione (a cura del proprietario), di sotto-contatori per misurare l’effettivo consumo di calore o di raffreddamento o di acqua calda per ciascuna unità immobiliare.